Il file robots.txt è uno degli strumenti fondamentali per la SEO tecnica.

Questo semplice file di testo, posizionato nella directory principale del tuo sito web, fornisce istruzioni ai motori di ricerca su quali pagine o sezioni del sito devono essere scansionate o escluse dall’indicizzazione. In questo articolo, esploreremo l’importanza del file robots.txt, come utilizzarlo correttamente e forniremo alcuni esempi pratici.

Cos’è il File Robots.txt?

Il file robots.txt è un file di testo che utilizza il protocollo di esclusione dei robot (REP) per comunicare con i crawler dei motori di ricerca. Attraverso specifiche direttive, questo file può controllare l’accesso dei crawler a determinate parti del sito web.

Perché il File Robots.txt è Importante?

  1. Gestione della Crawling Budget I motori di ricerca allocano un budget di scansione per ogni sito. Utilizzando il file robots.txt, puoi ottimizzare l’uso di questo budget, indirizzando i crawler verso le pagine più importanti.
  2. Protezione dei Dati Sensibili Puoi impedire ai motori di ricerca di accedere a sezioni del tuo sito che contengono informazioni sensibili o che non devono essere indicizzate, come le pagine di login o aree amministrative.
  3. Prevenzione della Duplicazione dei Contenuti Bloccare i crawler da pagine duplicate o di scarsa qualità può aiutare a migliorare l’indicizzazione e il posizionamento del tuo sito.

Struttura di Base del File Robots.txt

Il file robots.txt è composto da una serie di direttive che indicano ai crawler come comportarsi. Le direttive principali sono:

  • User-agent: Specifica il crawler a cui si applicano le direttive (es. Googlebot, Bingbot).
  • Disallow: Indica le pagine o le directory che non devono essere scansionate.
  • Allow: Specifica le pagine o le directory che possono essere scansionate, anche se situate all’interno di una directory disallow.
  • Sitemap: Indica la posizione del file sitemap XML per aiutare i motori di ricerca a trovare tutte le pagine del sito.

Esempi Pratici di File Robots.txt

Esempio 1: Blocco Completo di Tutto il Sito

plaintextCopia codiceUser-agent: *
Disallow: /

Questo esempio impedisce a tutti i crawler di scansionare qualsiasi parte del sito.

Esempio 2: Consentire l’Accesso Completo a Tutto il Sito

plaintextCopia codiceUser-agent: *
Disallow:

In questo caso, tutti i crawler possono scansionare tutte le pagine del sito.

Esempio 3: Bloccare Solo Alcune Directory Specifiche

plaintextCopia codiceUser-agent: *
Disallow: /admin/
Disallow: /login/
Disallow: /private/

Questo esempio impedisce ai crawler di accedere alle directory /admin/, /login/ e /private/.

Esempio 4: Consentire l’Accesso a una Pagina Specifica all’interno di una Directory Bloccata

plaintextCopia codiceUser-agent: *
Disallow: /private/
Allow: /private/allowed-page.html

Questo esempio blocca l’intera directory /private/ ma consente l’accesso a una specifica pagina all’interno di essa.

Esempio 5: Specificare il File Sitemap

plaintextCopia codiceUser-agent: *
Disallow:
Sitemap: https://www.example.com/sitemap.xml

Questo esempio consente l’accesso completo al sito e specifica la posizione del file sitemap.

Best Practices per l’Utilizzo del File Robots.txt

  1. Posiziona il File nella Directory Radice Il file robots.txt deve essere posizionato nella directory radice del tuo sito (es. www.example.com/robots.txt).
  2. Usa la Sintassi Corretta Assicurati di seguire la sintassi corretta per evitare errori che potrebbero bloccare accidentalmente l’accesso ai crawler.
  3. Verifica le Direttive Testa il tuo file robots.txt utilizzando strumenti come il Google Search Console per assicurarti che le direttive siano interpretate correttamente dai motori di ricerca.
  4. Aggiorna Regolarmente il File Mantieni il file robots.txt aggiornato in base alle modifiche del sito e alle strategie SEO.
  5. Non Bloccare Risorse Critiche Evita di bloccare risorse come file CSS e JavaScript che sono essenziali per il rendering e l’indicizzazione corretta del tuo sito.

Conclusioni

Il file robots.txt è uno strumento potente e semplice per controllare come i motori di ricerca interagiscono con il tuo sito web. Utilizzandolo correttamente, puoi ottimizzare l’indicizzazione, proteggere dati sensibili e migliorare la SEO del tuo sito. Se desideri ottenere il massimo dal tuo file robots.txt e migliorare la tua strategia SEO, richiedi una consulenza gratuita con i nostri esperti. Siamo pronti ad aiutarti a ottimizzare il tuo sito per i motori di ricerca.

Contattaci oggi stesso per iniziare!